Buco da 12 mln nel bilancio dell’aeroporto di Alghero: due indagati per peculato

Pubblicato il 19 Marzo 2010 17:29 | Ultimo aggiornamento: 19 Marzo 2010 17:29

Aeroporto di Alghero

La Sogeaal, società di gestione dell’aeroporto di Alghero, è finita nel mirino della magistratura che sta indagando sulla situazione contabile  a causa di un “buco” nel bilancio da 12 milioni di euro.

Due ex manager dello scalo algherese – secondo quanto riporta il quotidiano La Nuova Sardegna – sono indagati per peculato. Si tratta di Ignazio Marinaro, avvocato algherese di 49 anni, presidente della Sogeaal dal giungo del 2004 al febbraio del 2008, e Gavino Sini, di 48 anni, presidente della Camera di Commercio di Sassari, a capo della Sogeaal, da febbraio 2008 sino allo scorso mese di giugno.

Carabinieri e Guardia di Finanza hanno passato al setaccio, nelle scorse settimane, tutta la documentazione e gli accordi commerciali siglati negli ultimi anni. Secondo la Procura di Sassari, vi sarebbero delle irregolarità che riguardano il mancato versamento dei diritti d’imbarco.

Per questo, ipotizzando il reato di peculato, sono stati emessi i due avvisi di garanzia nei confronti dei due ex presidente della società di gestione dell’aeroporto algherese. Secondo l’accusa, Marinaro e Sini si sarebbero appropriati di oltre 2.300.000 euro incassati dalle compagnie aeree non versandoli alla Tesoreria provinciale dello Stato, come previsto dalla legge.