Omicidio Meredith. Amanda Knox: “Rudy Guede mente”

Pubblicato il 27 Giugno 2011 13:13 | Ultimo aggiornamento: 27 Giugno 2011 13:26

PERUGIA, 27 GIU – ”Sono choccata. Lui sa che non c’eravamo” dice Amanda Knox. ”Sono quattro anni che combattiamo con le ombre e con le voci” sottolinea Raffaele Sollecito. I due giovani hanno reagito cosi’ alla deposizione di Rudy Guede nel loro processo d’appello. Lo hanno fatto prendendo la parola per dichiarazioni spontanee al termine della testimonianza dell’ivoriano.

”La sola volta che Rudy, Raffaele e io ci siamo radunati insieme – ha detto la Knox – e’ stato in un’aula di giustizia. Sono choccata e angosciata. Lui sa che non ci entriamo niente. Mi dispiace non potergli dire che gli sbagli si rimediano dicendo la verita”’.

”Guede – le parole di Sollecito – non mi ha mai visto in vita sua nemmeno di striscio. In chat ha sostenuto di avere visto un’ombra e di avere sentito la voce di Amanda. La procura ha poi identificato in noi quell’ombra e quella voce solo perche’ eravamo stati arrestati prima. Sono quattro anni che combattiamo con ombre e voci”.