Arcole (Verona): esplode cisterna, un operaio morto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Febbraio 2015 18:06 | Ultimo aggiornamento: 2 Febbraio 2015 18:06
(foto d'archivio)

(foto d’archivio)

VERONA – Un operaio di ventisei anni è morto e un altro è rimasto gravemente ferito – ustionato gravemente – dopo un’esplosione, lunedì pomeriggio, in un capannone delle Officine Crestani spa in via Padovana, 2 ad Arcole, in provincia di Verona. L’operaio morto, di cui ancora non si conosce il nome, è un giovane 26ennne residente a San Bonifacio. I due lavoratori stavano saldando una parte di una cisterna. Le cause dell’esplosione, secondo i vigili del fuoco, sono i fumi di benzina ancora presenti nella cisterna ha scaraventato a terra i due lavoratori.

I vigili del fuoco stanno verificando le condizioni strutturali del capannone delle Officine Crestani di Arcole. Sul posto assieme a vigili del fuoco, carabinieri di San Bonifacio (Verona) e a tecnici dello Spisal dell’Ulss 20, anche il sindaco di Arcole Giovanna Negro. “È una gravissima tragedia – ha detto Negro – piangiamo una giovane vita spezzata e siamo costernati e addolorati”.