Dopo l’arresto di Pagano restano latitanti 16 boss ”di massima pericolosità”

Pubblicato il 8 Luglio 2010 18:22 | Ultimo aggiornamento: 8 Luglio 2010 19:09

Con l’arresto del boss camorrista Cesare Pagano si riducono a 16 i latitanti ”di massima pericolosità” inseriti nel programma speciale di ricerca della direzione centrale della polizia criminale. L’elenco, che inizialmente conteneva 30 nomi, è stato via via ‘spuntato’ con i 14 arresti avvenuti dal 2008 ad oggi. Tra questi spiccano Giovanni Nicchi (mafia), Giovanni Strangio (‘ndrangheta), Salvatore Russo (camorra).

Prima di Pagano, lo scorso 26 giugno era stato preso a Marsiglia il mafioso Giuseppe Falsone, anche lui tra i 30. Tra i 16 rimasti da catturare, il più noto è il boss di Cosa Nostra Matteo Messina Denaro. Sempre dal 2008 ad oggi sono stati inoltre arrestati 19 latitanti inseriti nell’elenco dei 100 di maggiore pericolosità.