Camorra: arrestato il boss Cesare Pagano, capoclan degli scissionisti

Pubblicato il 8 Luglio 2010 8:12 | Ultimo aggiornamento: 8 Luglio 2010 8:22

La squadra mobile di Napoli ha arrestato in una villetta a Licola,sul litorale flegreo, Cesare Pagano,capoclan degli ‘scissionisti’,che negli anni scorsi diede vita con il clan Di Lauro alla sanguinosa faida di Scampia. Era latitante da un anno.

Non era mai stato arrestato in precedenza e le forze dell’ordine non disponevano neppure della sua foto segnaletica. Dopo un blitz fallito nel mese di marzo le forze dell’ordine, dopo un rocambolesco inseguimento, sono riusciti ad acciuffare Pagano. Il boss era nella lista dei 30 latitanti più pericolosi d’Italia.

Pagano, capo degli scissionisti di Scampia, con il cugino Raffaele ha provocato la divisione del clan Di Lauro, evento che ha dato origine alla cosiddetta faida di Scampia e Secondigliano.

Le accuse a suo carico sono di associazione a delinquere di stampo mafioso, omicidio e traffico di sostanze stupefacenti. Insieme a Pagano, 41 anni, è stato arrestato anche suo nipote Carmine. Entrambi erano ricercati da oltre un anno.

Cesare Pagano era riuscito a evitare la cattura in un paio di occasioni e questa mattina ha provato a fuggire, grazie all’aiuto di vedette e telecamere, ma non ci è riuscito.