Art. 18: sindacati chiedono reintegro anche per licenziamenti economici

Pubblicato il 22 Marzo 2012 17:15 | Ultimo aggiornamento: 22 Marzo 2012 17:16

ROMA, 22 MAR – I sindacati premono perche' si modifichi l'intervento sull'art.18 nei casi di licenziamento per motivi economici, chiedendo che si affidi al giudice il potere di decidere tra indennizzo e reintegro. Ipotesi che peraltro, nei giorni scorsi, anche la Cgil aveva detto di essere disponibile a valutare. E su cui ci sarebbe il consenso di Cisl, Uil e Ugl.

Quindi sul tavolo del confronto a Palazzo Chigi potrebbero arrivare novita' rispetto alla proposta presentata dal governo martedi' sull'art. 18 ed in particolare sui licenziamenti per motivi economici, per i quali al momento si prevede il solo indennizzo (da un minimo di 15 ad un massimo di 27 mensilita' dell'ultima retribuzioni). La Uil anche nelle ultime ore ha insistito perche' ci sia il coinvolgimento delle Rappresentanze sindacali in azienda sui licenziamenti per motivi economici.

La Cisl poco fa ha detto che si sta lavorando al modello tedesco.