Artista perseguita una gallerista a Roma: arrestato per stalking

Pubblicato il 14 Dicembre 2011 12:36 | Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre 2011 14:16

ROMA – Da circa 2 anni un artista di 32 anni aveva cominciato a tormentare una gallerista romana, conosciuta per motivi di lavoro. Numerose erano state le denunce della donna, oppressa dallo stillicidio quotidiano di sms, telefonate, minacce e ingiurie che l'uomo aveva messo in atto imputando alla donna di essere la causa del suo fallimento sentimentale.

Col passare del tempo i comportamenti ossessivi dell'uomo sono andati peggiorando e nelle ultime ore gli agenti del commissariato Trastevere di Roma lo hanno arrestato per stalking, dando esecuzione ad un provvedimento dell'Autorita' Giudiziaria.

La vicenda comincia nel 2009 quando l'artista per un breve periodo aveva esposto le sue opere nella galleria d'arte della donna. Finito il rapporto di lavoro, pero', l'uomo non si era rassegnato a non avere piu' contatti con lei, ed aveva cominciato a pedinarla e a tartassarla di telefonate. Le attenzioni ossessive dell'uomo si erano presto tramutate in un vero incubo per la donna.

Telefonate e messaggi dal tono intimidatorio e ingiuriose sul cellulare a tutte le ore del giorno e della notte, pedinamenti e appostamenti sotto casa e sul luogo di lavoro erano ormai diventate un incubo.

Terrorizzata la donna si e' rivolta alla Polizia per denunciare il suo persecutore. Le indagini degli investigatori, diretti da Massimiliano Giordano, hanno riscontrato nella condotta dell'uomo un comportamento lesivo nei confronti della gallerista. Per questo motivo era stato richiesto per lui il divieto di avvicinarla. Ma dopo un periodo di apparente tranquillita', ha ripreso a tormentarla.

Questa volta pero' non si era limitato solo ai messaggi telefonici, ma aveva cominciato ad aspettarla sotto casa, presentandosi a tutte le ore del giorno e della notte, minacciandola e danneggiandole l'abitazione. Ripiombata nella paura, la donna era stata costretta a cambiare il suo stile di vita e, temendo per la sua incolumita', non dormiva piu' nella sua casa.

Inoltre aveva fatto installare un sofisticato sistema di videosorveglianza sotto la sua abitazione. Lo stalker e' stato cosi' arrestato ed, in,seguito, su disposizione dell'Autorita' Giudiziaria, nei suoi confronti e' stata adottata la misura di sicurezza del ricovero in una casa di cura.