Cronaca Italia

Bagnino morto a Rimini. Autopsia: Swarowski stroncato da mix di droga e anabolizzanti

Alessandro Borgia

è stato ucciso da un cocktail di droga e anabolizzanti: sono i primi risultati dell’autopsia sul corpo del bagnino riminese di 37 anni, morto il primo agosto dopo una notte passata tra droga, alcol e sesso. Il giorno prima era stato trovato in coma nel suo appartamento di Covignano, nel riminese.

A portarlo alla morte un edema polmonare, mentre le sostanze assunte hanno minato il sistema cardio-circolatorio. Fra qualche giorno si avranno anche i risultati dei test tossicologici. Intanto il pm di Rimini Luca Bertuzzi ha disposto la restituzione del corpo alla famiglia, per cui i funerali si svolgeranno sabato alle 15 nella chiesa del Crocifisso a Rimini. Poi il corpo sarà cremato.

Per ricordare il bagnino (che faceva parte del consorzio di Marina centro), i suoi colleghi hanno deciso di issare un drappo nero nelle loro postazioni sulla spiaggia, fischiando contemporaneamente dai mosconi in mare.

To Top