Bomba distrugge auto carabinieri: sindaco Foggia, atto bellico

Pubblicato il 29 Aprile 2012 13:27 | Ultimo aggiornamento: 29 Aprile 2012 17:01

FOGGIA, 29 APR – ''Magistrati e Forze dell'ordine possono contare sul sostegno e la fiducia delle centinaia di migliaia di cittadini onesti che vivono e operano nella nostra terra''. Cosi' il sindaco di Foggia, Gianni Mongelli, esprime solidarieta' ''istituzionale e personale'' al maresciallo dei Carabinieri ed all'intera Arma dopo che l'altra notte, a Cerignola (Foggia), l'auto della moglie del militare e' stata fatta saltare in aria con una bomba.

Secondo Mongelli, l'attentato altro non e' che un atto di intimidazione ''di natura bellica'' che ha scosso la serenita' della comunita' cerignolana. ''C'e' una piu' che evidente recrudescenza delle attivita' delinquenziali connesse al crimine organizzato – continua Mongelli – vale a Cerignola, come a Foggia o ad Apricena o San Severo per citare solo gli ultimi gravi fatti di cronaca. A questa impennata della violenza deve corrispondere un piu' che proporzionale incremento delle forze schierate in campo dallo Stato per prevenire, controllare e contrastare la criminalita' mafiosa''. ''Le istituzioni e i cittadini della Capitanata non devono arretrare di un millimetro sul fronte della legalita' – conclude il sindaco di Foggia – e schierarsi apertamente e coraggiosamente al fianco di chi arriva anche a rischiare la propria vita per difendere la nostra''.