Carabinieri accusati di stupro a Firenze: destituiti dall’Arma

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 maggio 2018 10:28 | Ultimo aggiornamento: 12 maggio 2018 10:28
Carabinieri accusati di stupro a Firenze: destituiti dall'Arma

Carabinieri accusati di stupro a Firenze: destituiti dall’Arma

ROMA – L’Arma dei Carabinieri ha destituito Marco Camuffo e Pietro Costa, accusati di violenza sessuale nei confronti di due studentesse americane. Lo scrive il Corriere della Sera.

La decisione arriva al termine dell’indagine disciplinare [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui, Ladyblitz – Apps on Google Play] avviata dopo la denuncia delle due giovani, che accusano i due carabinieri di averle violentate nella notte fra il 5 e il 6 settembre a Firenze.

I due sono in attesa della decisione sul loro rinvio a giudizio. L’ex appuntato Camuffo e l’ex carabiniere scelto Costa dovranno subire due processi: uno dinanzi al tribunale militare (la prima udienza è fissata alla fine di maggio), l’altro davanti alla giustizia ordinaria. Il pubblico ministero Ornella Galeotti ha chiuso le indagini e chiesto il loro rinvio a giudizio. Al momento il giudice non ha ancora fissato la data dell’udienza.

La destituzione dal servizio arriva in base alla valutazione sul comportamento tenuto dai due carabinieri quando furono chiamati per una rissa in una discoteca nel capoluogo toscano.

Al termine dell’operazione, i due si sono trattenuti nel locale per “agganciare” le giovani, e poi le hanno accompagnate a casa usando l’auto di servizio, cosa possibile solo in casi eccezionali, che poi è stata parcheggiata sotto l’abitazione delle studentesse, dove si sarebbero consumati i rapporti, presumibilmente non consensuali.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other