Ritrovata sgozzata la donna scomparsa ad Ascoli: sul corpo incisa una svastica

Pubblicato il 20 Aprile 2011 18:30 | Ultimo aggiornamento: 20 Aprile 2011 21:24

Carmela Rea

ASCOLI PICENO – E’ stato trovato a Ripe di Civitella (Teramo) il corpo di Carmela Rea, detta Melania, la donna di 29 anni scomparsa il pomeriggio del 18 aprile a Colle San Marco di Ascoli Piceno, dove si trovava per una scampagnata con il marito, un caporal maggiore dell’Esercito, e la figlioletta di 18 mesi. La donna è stata trovata nuda, sgozzata e il suo volto è stato sfigurato. Chi l’ha uccisa ha infierito sul corpo: sono state trovate sirighe conficcate all’altezza dei seni e del pube. Gli investigatori hanno detto che sul corpo (sul quale ci sono segni di violenza, ma non sessuale) è stata incisa una svastica.

Il punto in cui è stato rinvenuto il cadavere è a 18 chilometri da quello sul pianoro che sovrasta Ascoli dove la donna si era allontanata, dicendo che doveva andare in bagno. La zona è nei pressi dell’area militare di Casermette usata per le esercitazioni di tiro, il corpo è stato trovato grazie alla segnalazione arrivata tramite una telefonata anonima al 113.