Celano (L’Aquila): vigili con le Hogan, spesi 3,220 euro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Luglio 2014 20:22 | Ultimo aggiornamento: 28 Luglio 2014 20:22
Celano (L'Aquila): vigili con le Hogan, spesi 3,220 euro

Celano (L’Aquila): vigili con le Hogan, spesi 3,220 euro

L’AQUILA – Più di 3mila euro per dotare i 14 vigili di Celano, provincia dell’Aquila, di 14 paia di comode Hogan. Scarpe da 230 euro al paio che impediranno ai vigili in servizio di essere afflitti dalle vesciche. Per questo motivo il comandante locale Giuseppe Fegatilli ha autorizzato la spesa, non proprio indifferente in un piccolo Comune. Lui, al Fatto Quotidiano, difende l’iniziativa e la motiva così

“Quest’anno non ho voluto comprare costose divise nuove, ma soltanto scarpe. E con urgenza”. Urgenza? “Molti vigili soffrono di ernia al disco e hanno difficoltà a stare in piedi per tante ore consecutive, e il nostro lavoro si svolge soprattutto in piedi e in movimento. Allora ho comprato 14 paia di Hogan. Per tutelare la salute dei miei uomini. Col caldo estivo, le Hogan non fanno venire le vesciche ai piedi”.

Alcuni consiglieri del Pd hanno denunciato l’iniziativa come uno sperpero intollerabile di denaro pubblico:

 

“La notizia si commenta da sé – affermano Calvino Cotturone, Carlo Cantelmi, Antonello Di Stefano, Nazzareno Tiberi, Aniceto Ciaccia e Daniele Bombacini, consiglieri del Pd – in un momento così delicato e difficile per tutti, è inconcepibile la sola idea di poter sperperare i soldi pubblici per acquistare scarpe di marca. È uno schiaffo nei confronti delle famiglie che a stento arrivano alla fine del mese. È davvero sconcertante che l’amministrazione permetta questi sprechi”.

Il sindaco Filippo Piccone, parlamentare del Ncd di Angelino Alfano, dice di non saperne nulla:

 “Non ne sapevo nulla. Sono sicuro che dietro all’acquisto delle scarpe di questo valore ci siano reali esigenze di servizio. Penso si tratti di una scelta utile al corpo dei vigili e che non sia solo un vezzo. Ma farò una verifica e controllerò che sia tutto nella norma”.