Strangola la moglie poi avverte la nuora dell’omicidio, arrestato

Pubblicato il 29 Agosto 2010 12:28 | Ultimo aggiornamento: 29 Agosto 2010 16:33

Ha strangolato la moglie e poi ha chiamato la nuora per avvertirla dell’omicidio appena commesso. E’ accaduto a Cinisello Balsamo (Milano) dove un uomo, Ezio Loprieno di 69 anni ha ucciso, soffocandola, la moglie Mariangela Corna di 63 anni.

L’omicida, secondo quanto si è appreso, sarebbe affetto da problemi di carattere psichiatrico ed era in cura presso un centro di igiene mentale a Bergamo.

L’uomo, dopo aver chiamato la nuora spiegandole che aveva ucciso la moglie, ha atteso l’arrivo della polizia che lo ha arrestato. Gli agenti hanno trovato Loprieno in stato di choc, accanto al cadavere della moglie, chiuso in un impenetrabile silenzio.

La vittima era riversa a faccia in giù su un tappeto della sala. A quanto si è appreso, il cadavere presentava segni sul collo e una ferita nella parte frontale del capo.

”Siamo distrutti”, ha detto la sorella della donna uccisa dal marito all’uscita dalla casa al sesto piano di un complesso di palazzi a Cinisello Balsamo dove la coppia viveva. ”Lasciateci stare. Non sappiamo ancora nulla – ha proseguito -. Potrebbe essere stato anche un incidente. Non si sa ancora”.

”Era una coppia molto riservata”, concordano i vicini che descrivono il possibile uxoricida, edicolante in pensione, come un uomo che ”viveva per la moglie, per l’unico figlio e per i suoi tre nipotini”. Nessuno lo ricorda come violento, anzi ”era un uomo estremamente mite”, affermano.