Codacons: “Indennizzi disagi ferroviari? Non meno di 250 euro”

Pubblicato il 23 Dicembre 2009 20:43 | Ultimo aggiornamento: 23 Dicembre 2009 20:43

I consumatori del Codacons alzano il tiro e, dopo i disagi sulla rete ferroviaria causati dal maltempo chiedono un maxi risarcimento. «In merito all’annuncio delle Ferrovie dello Stato di voler indennizzare i passeggeri rimasti coinvolti nel caos che ha investito l’intero settore del trasporto ferroviario in Italia .- scrive l’associazione in una nota – il Codacons precisa che non verrà accettata alcuna cifra inferiore ai 250 euro di risarcimento a passeggero».

«Va bene il solo rimborso del biglietto per gli utenti che hanno deciso di non partire, ma l’indennizzo in favore di coloro che hanno subito ritardi, blocchi della circolazione, convogli stracarichi di passeggeri, ecc, non deve essere inferiore ai 250 euro a passeggero, considerati gli enormi disagi patiti dai viaggiatori – spiega il presidente Codacons, Carlo Rienzi – qualsiasi proposta di risarcimento inferiore a tale cifra verrà rispedita al mittente e verranno intentate singole cause contro Trenitalia per il risarcimento dei danni subiti».

«In ogni caso – conclude Rienzi – resta la possibilità per i singoli utenti di intentare azioni legali dinanzi ai giudici di pace, o aderire alla class action contro le Ferrovie attualmente allo studio dell’ufficio legale del Codacons».