Coronavirus 200mila multe. Moltiplicato per i non beccati fa…tra 1 o 2 milioni

di Alessandro Avico
Pubblicato il 7 Aprile 2020 10:50 | Ultimo aggiornamento: 7 Aprile 2020 10:50
Coronavirus 200mila multe. Moltiplicato per i non beccati fa...tra 1 o 2 milioni

Coronavirus 200mila multe. Moltiplicato per i non beccati fa…tra 1 o 2 milioni (Foto Ansa)

ROMA – Dall’inizio della quarantena forzata ci sono state all’incirca 200mila multe. Si tratta di 200mila persone che hanno violato i divieti anti-contagio e che nonostante le norme per bloccare la propagazione del coronavirus sono uscite per strada a piedi o in auto per fare un qualcosa di non essenziale. Un dato alto, se si tiene presente che fa riferimento al periodo 11marzo-5aprile. 

Eppure queste 200mila persone sono solo quelle che sono state multate, quindi quelle che sono state scoperte dalle forze dell’ordine. Ma chissà quanti altri almeno una volta avranno violato i divieti facendola franca. Volendo fare una stima potremmo dire che i multati possono essere diciamo uno su cinque o uno su dieci del totale di tutti quelli che sono usciti violando le norme. Se così fosse il totale dei furbetti (?) sarebbe tra uno e due milioni. Così il virus ha vita davvero troppo facile…

Più nel dettaglio, dall’11 marzo al 4 aprile 2020 le forze di polizia e carabinieri hanno controllato 4.859.687 persone e 2.127.419 esercizi e attività commerciali. 

La cosa ancora più allarmante dei numeri è che le violazioni molto spesso avvengono per motivi banali. È il caso di un adolescente della provincia di Salerno che, per andare a trovare la fidanzata, ha rimediato una denuncia e una lunga collezione di sanzioni. Quanti saranno in tutta Italia i ragazzi di Salerno che fanno avanti e indietro per andare dalla fidanzata, senza essere beccati dalla polizia? (Fonte Agi).