Costa Concordia, Foschi: “Schettino ci ha mentito”

Pubblicato il 20 Gennaio 2012 20:02 | Ultimo aggiornamento: 20 Gennaio 2012 20:11

GENOVA – Il comandante della Concordia ”non ci ha detto la verita”’. Lo afferma ai microfoni della Rai il presidente di Costa Crociere, Pierluigi Foschi, parlando della comunicazione delle 22.05 avuta la sera del naufragio da Costa con Francesco Schettino.

”Di solito valutiamo la situazione – ha detto Foschi – e in caso di necessita’ possiamo dare dei consigli. Questa volta non siamo arrivati a dare dei consigli perche’ quanto il comandante ha detto nella conversazione delle 22.05, purtroppo, questa volta ci e’ stato confermato non corrisponde a verita’. Lo abbiamo appreso non dal comandante Schettino, e comunque troppo tardi”.

Foschi, in una intervista alla Rai, ha affermato che il comandante della Concordia, Francesco Schettino, la sera del naufragio ha mentito anche all’equipaggio. ”Purtroppo anche loro – ha detto – non hanno ricevuto la corretta informazione sulla gravita’ della situazione”.

Perche’ – e’ stato chiesto a Foschi – alle 22.25, cioe’ venti minuti dopo la prima conversazione con Costa, l’equipaggio invitava i passeggeri della Concordia a tornare nelle cabine? ”Perche’ – ha risposto Foschi – anche loro non hanno ricevuto una corretta informazione sulla gravita’ della situazione”.  ”Bisogna valutare la situazione – ha aggiunto il presidente di Costa – ne sapremo di piu’ quando la magistratura ci mettera’ a disposizione gli atti”.