Costa Concordia, "Schettino provato dalla perdita di vite umane"

Pubblicato il 7 Febbraio 2012 20:30 | Ultimo aggiornamento: 7 Febbraio 2012 21:03

GROSSETO, 7 FEB – ''Il comandante Francesco Schettino ha preso atto della decisione del riesame. Sapeva che nell'immediato la sua situazione non sarebbe cambiata. Non ha aspettato freddamente. Non si puo' dire che sia soddisfatto per questa decisione: invece manifesta lo stato d'animo di una persona molto provata perche' sente la responsabilita' della perdita di vite umane''. Cosi', stasera in una conferenza stampa a Grosseto l'avvocato Bruno Leporatti ha parlato coi giornalisti della condizione del comandante della Costa Concordia dopo la decisione del riesame che ha confermato gli arresti domiciliari.

Tuttavia, ha aggiunto Leporatti, ''il comandante Schettino non e' disposto ad accettare le accuse'' senza valutarle bene, e comunque ''e' disposto ad assumersi le sue responsabilita'''.

Sulla decisione del riesame, l'avvocato Leporatti ha commentato che allo stato ''ha cristallizzato la situazione delineata dal gip con gli arresti domiciliari motivati dal pericolo di reiterazione del reato. Voglio pero' leggere le motivazioni perche'il riesame potrebbe aver fatto argomentazioni diverse dal gip e perche' voglio vedere perche' e' stata respinta la nostra domanda di riesame'' per la revoca dei domiciliari''.