Covid, sale il numero dei ricoveri in 17 regioni: Valle d’Aosta 45%, Calabria 31%, Liguria 30%

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Gennaio 2022 - 15:14 OLTRE 6 MESI FA
Covid, sale il numero dei ricoveri in 17 regioni: Valle d'Aosta 45%, Calabria 31%, Liguria 30%

Covid, sale il numero dei ricoveri in 17 regioni: Valle d’Aosta 45%, Calabria 31%, Liguria 30% (foto Ansa)

Nei reparti ospedalieri crescono i ricoveri di pazienti Covid con sintomi. A livello nazionale – evidenziano i dati Agenas del 3 gennaio – il tasso di occupazione di posti letto sale al 19% e, in 24 ore, cresce in 17 regioni. 

Sale il numero dei ricoveri per Covid, il record in Valle d’Aosta 

Le situazioni più critiche, e ampiamente sopra la soglia del 15%, sono: Valle d’Aosta (45%, con un balzo del +9%), Calabria (31%) e Liguria (30%). A crescere, sono anche: Abruzzo (al +15%), Campania (18%), Emilia Romagna (17%), Friuli (24%), Lazio (17%),Lombardia (21%), Pa di Bolzano (17%), Piemonte (23%), Puglia (11%), Sardegna (11%), Sicilia (24%), Toscana (15%), Umbria (24%), Veneto (20%).

I posti letto in terapia intensiva occupati da pazienti con Covid-19 salgono al 15% a livello nazionale e, nelle ultime 24 ore, crescono in 9 regioni: Friuli Venezia Giulia (al 17%), Lazio (17%), Marche (21%), Molise (5%), Provincia Autonoma di Bolzano (18%), Piemonte (18%), Puglia (7%), Sardegna (9%), Umbria (12%). Restano ferme, ma ampiamente oltre la soglia del 10%, in Abruzzo (al 12%), Calabria (15%), Emilia Romagna (15%), Provincia Autonoma di Trento (24%), Sicilia (13%), Toscana (15%), Veneto (19%).

Terza dose del vaccino anti Covid somministrata in più di 20 milioni di italiani 

Intanto sono 20.410.468 gli italiani che hanno fatto la “terza dose”, pari al 65,84% della popolazione oggetto di dose addizionale o booster che hanno ultimato il ciclo vaccinale da almeno cinque mesi. Lo rileva dal sito del governo. In 48.104.649 hanno fatto almeno la prima dose (89,07% della popolazione over 12), la seconda è arrivata a 46.443.464 (85,99% della popolazione over 12). Per quanto riguarda i bambini, in 365.930 hanno ricevuto la prima dose, pari al 10,01% della popolazione 5-11 anni. Il totale delle somministrazioni fatte arriva a 112.176.324 con le prime dosi che non si fermano: ieri sono state 54.645.