Delitto Falcidia, assolto il marito: per il giudice non è stato lui

Pubblicato il 3 Marzo 2011 16:31 | Ultimo aggiornamento: 3 Marzo 2011 17:16

Antonella Falcidia

CATANIA – Assolto per non avere commesso il fatto: è la sentenza del Giudice per l’udienza preliminare di Catania Grazia Caserta sul processo a Vincenzo Morici, il medico accusato di avere ucciso per gelosia, la sera del 4 dicembre 1993, la moglie, la docente universitaria Antonella Falcidia, nella loro abitazione in via Rosso di San Secondo.

A conclusione della requisitoria, nelle scorse udienze, i pm Renato Papa, Salvatore Faro e Andrea Ursino, avevano chiesto la condanna dell’imputato a 30 anni di reclusione, sostenendo che il movente del presunto uxoricidio era passionale. La difesa aveva sollecitato e chiesto l’assoluzione per manifesta inconsistenza dell’accusa. Il processo è approdato in aula a 17 anni dal delitto ed è stato celebrato con il rito abbreviato e a porte aperte, su richiesta dei legali dell’imputato, gli avvocati Enzo ed Enrico Trantino.

Il dottor Morici, presente in aula, è rimasto impassibile durante la lettura della sentenza. Ai giornalisti ha poi detto di ”essere soddisfatto” della decisione del giudice: ”sono finiti – ha chiosato il medico – cinque anni di un lungo calvario…”’.