Macerata: “corteggia” anziana in una casa di riposo e le rubatutti i risparmi

Pubblicato il 24 Settembre 2010 19:51 | Ultimo aggiornamento: 24 Settembre 2010 19:52

Ha 82 anni, vive in una casa di riposo e nessuno va mai a trovarla. Un giorno d’estate si presenta Luigi (nome di fantasia), che ha 45 anni, è gentile, premuroso, si offre di accompagnarla a cena fuori o al mare, e, in un mese, la depreda di tutti i risparmi: i 25 mila euro che la donna teneva nel conto corrente.

È successo a Recanati (Macerata), ennesima brutta storia di solitudine e raggiri ai danni di un anziano. Il truffatore è un disoccupato del Maceratese, che è irreperibile. Per un periodo ha vissuto in Sardegna, dove vanta precedenti analoghi.

I carabinieri lo hanno denunciato per truffa aggravata continuata e circonvenzione di incapace. Affranta e umiliata la signora, che si era illusa di aver trovato un’amicizia. Il personale della casa di riposo e della banca non avevano sospettato nulla; l’anziana è una donna ancora attiva, lucida, socievole, e ‘Luigi’ sembrava una ”brava persona”. In realtà l’uomo aveva pianificato il tutto: a fine giugno ha fatto dei sopralluoghi nell’istituto, studiando volti e relazioni familiari delle anziane ospiti. Tutte avevano almeno un figlio o un’amica che andavano a trovarle la domenica, salvo la vittima predestinata, i cui parenti si vedono molto di rado.

Luigi si è offerto di fare da ‘chaperon’ alla signora, lei è caduta nella trappola, e lì sono cominciati i guai. Prima l’uomo aveva bisogno di soldi per pagare una visita specialistica, poi per accudire l’anziana madre, poi perchè non riusciva a far fronte alla rata del mutuo. La signora si commuoveva, e andava in banca a ritirare mille, duemila, tremila euro. Senza quasi accorgersene, ha dilapidato l’intero patrimonio in 30 giorni. E puntualmente, rimasta povera, Luigi e’ sparito.

Di quell’uomo lei conosceva solo il nome di battesimo. Sotto choc ha confidato tutto ai responsabili della casa di riposo, e questi hanno avvertito i carabinieri. Ma il truffatore è già migrato altrove, probabilmente alla ricerca di una nuova preda.