Maltempo, spezzato vortice polare: freddo fino al 20 dicembre

Pubblicato il 15 Dicembre 2009 - 20:31 OLTRE 6 MESI FA

Il vortice polare è stato spezzato da un cambio di direzione dei venti che soffiano sopra le fasce tropicali , un’inversione di rotta che avviene a ritmo quasi biennale. Quest’anno il fenomeno ha avuto inizio in giugno, quando i venti hanno cominciato a soffiare da Est verso Ovest e si prevede proseguirà per altri sei o sette mesi.

Sarebbe questo, secondo il meteorologo Mario Giuliacci del Centro meteo Epson (on-line), il motivo alla base dell’ondata di freddo che ha colpito l’Italia e che continuerà fino al 20 dicembre.

A causa di queste alterazioni del vortice polare, previste in questi giorni sull’area polare eurasiatica tra 25 e 45 gradi di longitudine, è previsto l’arrivo dell’aria siberiana che toccherà l’Italia fino al 20 dicembre. Insieme con il fenomeno descritto, anche un elevato innevamento favorisce il rinforzo dell’anticiclone freddo stagionale russo, rendendo così più probabile la sua espansione fino ai Balcani e all’Europa centrale, da qui fino all’Italia.

Secondo quanto descritto da Giuliacci sul sito del Centro Epson, questo periodo di freddo sarà seguito poi da un periodo con temperature nella norma fino ai primi di gennaio; seguirà un altro prolungato periodo freddo nella parte centrale di gennaio e la temperatura tornerà a salire solo nella parte finale di gennaio.