Mario Cerciello Rega, l’avvocato di Gabriel Natale: “Faremo istanza al tribunale del Riesame”

di redazione Blitz
Pubblicato il 1 Agosto 2019 14:14 | Ultimo aggiornamento: 1 Agosto 2019 14:14
cerciello rega natale

Gabriel Christian Natale-Hjorth (Foto Ansa)

ROMA – “Stiamo valutando se fare istanza al tribunale del Riesame”: lo ha annunciato Fabio Alonzi, uno degli avvocati di Gabriel Christian Natale Hjorth, il ragazzo californiano accusato del concorso in omicidio del vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega. “Il nostro assistito è molto provato, suo papà è venuto ieri in carcere e tornerà nei prossimi giorni”, ha aggiunto Alonzi. 

Il padre di Gabriel Christian Natale Hjort ha detto che il figlio non sapeva che il suo amico avesse con sé un coltello. Fabrizio Natale ha poi ribadito che il ragazzo “non riesce a darsi pace per quello che è successo. Non avrebbe mai immaginato che ci sarebbe stato un confronto e non sapeva che il suo amico fosse armato. Siamo molto turbati dalla situazione in cui si trova – aggiunge Natale tramite il legale che difende il figlio non ancora ventenne – ma siamo tutti pienamente convinti della sua innocenza”.

Fabrizio Natale ha definito il figlio Gabriel “un ragazzo normale, studia per diventare un architetto. E’ sconvolto per la morte del carabiniere e io come padre non posso che essere vicino al dolore della sua famiglia. Per quanto riguarda la vicenda del trattamento che ha subito al momento del suo arresto non voglio commentare, so che è stato aperto un fascicolo alla Procura di Roma per questi fatti e sono pertanto convinto che se ci sono responsabilità saranno accertate”.

Sulla vicenda della benda posta sugli occhi di Gabriel Natale in una stanza della caserma dei carabinieri in via Selci a Roma la Procura della Capitale ha aperto un fascicolo che vede indagato un militare dell’Arma. La Procura ipotizza i reati di abuso d’ufficio e rivelazione del segreto d’ufficio. (Fonte: Ansa)