Mario Gervasoni, omonimo del ciclista, stroncato da infarto mentre era in bici

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 Giugno 2014 8:43 | Ultimo aggiornamento: 26 Giugno 2014 8:43
Mario Gervasoni, omonimo del ciclista, stroncato da infarto mentre era in bici

Mario Gervasoni, omonimo del ciclista, stroncato da infarto mentre era in bici

BERGAMO – Stroncato da un infarto durante un’uscita in bici, come era solito fare. E’ morto così un cicloamatore di Sovere, in provincia di Bergamo. Mario Gervasoni, di 51 anni, era omonimo tra l’altro del ciclista professionista degli anni cinquanta che pedalò al fianco di Fausto Coppi, scomparso a marzo scorso.

Mario Gervasoni, agente di commercio di Sovere, è morto per un malore poco prima delle 19 di mercoledì 25 giugno. In sella alla sua bici sulla salita di via Filone, si è sentito male all’altezza di una curva ed è caduto al suolo. Due passanti hanno immediatamente chiamato l’ambulanza. Ma per l’uomo non c’è stato nulla da fare: gli operatori del 118 non sono più riusciti a rianimarlo.

In serata è stata già allestita la camera ardente.