Meredith Kercher, nuova perizia sul coltello. Luciano Spaviello sarà ascoltato come testimone

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 settembre 2013 18:23 | Ultimo aggiornamento: 30 settembre 2013 18:27
Meredith Kercher

Meredith Kercher

FIRENZE – La Corte d’Assise d’appello di Firenze ha ordinato una perizia genetica su una traccia trovata sul coltello che l’accusa ritiene essere stato utilizzato per l’omicidio di Meredith Kercher. La Corte ha anche ordinato di ascoltare di nuovo la testimonianza di Luciano Spaviello. Respinta invece la questione di costituzionalità.

E’ cominciato oggi, lunedì 30 settembre, a Firenze il nuovo processo ad Amanda Knox e Raffaele Sollecito, dopo che nel marzo scorso la Cassazione annullò le assoluzioni decise nel processo di appello del 2011. Assenti in aula Raffaele Sollecito e Amanda knox, dichiarati contumaci dal presidente della Corte d’assise d’appello, Alessandro Nencini. Assente anche la famiglia di Meredith, assistita dagli avvocati Francesco Maresca e Serena Perna. La pubblica accusa è affidata al pm fiorentino Alessandro Crini.

Spaviello verrà ascoltato nella prossima udienza, il 4 ottobre. Nello stesso giorno la Corte, affiderà la perizia, che riguarda una traccia repertata sulla
lama ma non analizzata.  La Corte ha anche disposto l’acquisizione di alcuni atti allegati alla memoria difensiva tra cui le foto delle mani di uno degli imputati, Raffaele Sollecito, dalle quali si evince che si mangia le unghie, dato che la difesa ritiene rilevante riguardo la possibilità che lasci tracce di dna.  Altro atto allegato sono una serie di articoli sulle vicissitudini giudiziarie di Aviello che ne dimostrerebbero la scarsa attendibilità.