Milano, picchiarono studente: 2 poliziotti condannati

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 Ottobre 2015 22:17 | Ultimo aggiornamento: 23 Ottobre 2015 22:17
Milano, picchiarono studente: 2 poliziotti condannati

Milano, picchiarono studente: 2 poliziotti condannati

MILANO – Rigò l’auto ai poliziotti che lo avevano tamponato e quelli lo picchiarono e portarono in Questura, denunciandolo per resistenza a pubblico ufficiale. Nel verbale scrissero che aveva sbattuto contro lo sportello dell’auto. Per questo due agenti sono stati condannati a un anno e 7 mesi e a un anno e 10 mesi.

Sono stati giudicati colpevoli di lesioni, falso in atto pubblico e calunnia (assolti dall’accusa di ingiuria), con la sospensione condizionale della pena e l’interdizione dai pubblici uffici per la durata della pena. Dovranno risarcire inoltre la vittima, uno studente di 19 anni costituitosi parte civile al processo, in solido con il ministero dell’Interno, responsabile civile. Un terzo imputato, invece, è stato assolto “per non aver commesso il fatto”.

I fatti risalgono alla notte tra il 26 e il 27 marzo 2011: all’epoca gli agenti erano in servizio alla Squadra mobile di Milano. I tre poliziotti, che non erano in servizio, avevano tamponato l’auto del giovane all’esterno di un locale in viale Bligny a Milano, per poi negare l’accaduto. “Sei un coglione perché hai rigato l’auto del poliziotto sbagliato – si sarebbe sentito dire il giovane – e sei fortunato, perché se non mi fossi trattenuto, non hai idea di quello che ti avrei fatto: ti avrei sventrato”.

Il ragazzo a quel punto avrebbe rigato la loro vettura, e sarebbe stato inseguito e colpito al volto. Quindi, una volta portato in Questura, è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale. Nel verbale gli agenti avevano sostenuto che il ragazzo si era ferito sbattendo la faccia contro la portiera della propria auto.