Multati i manifesti per ritrovare il cane del ministro Brambilla

Pubblicato il 5 settembre 2011 14:58 | Ultimo aggiornamento: 5 settembre 2011 15:18

LECCO, 5 SET – Era stata promessa una lauta ricompensa – ben 4mila euro – a chi ritroverà l’adorata cagnolina Cartier che il ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla ha smarrito da alcuni giorni a Calolziocorte (Lecco). Ma qualcuno ora dovrà pagare un conto davvero salato per le decine e decine di volantini che sono stati affissi abusivamente in alcuni paesi della provincia lecchese per segnalare appunto la scomparsa della cagnolina.

Le multe, da 200 euro l’una, avrebbero come destinatario in prima battuta il ministro Brambilla, come riferisce oggi il quotidiano ‘La Provincia’ di Como.

Secondo quando ricostruito dagli investigatori, tanti collaboratori sarebbero stati sguinzagliati per attaccare i cartelli in vari comuni, da Calolziocorte a Lecco, da Olginate a Garlate, che promettono una lauta ricompensa a chi ritroverà il cane che da tre giorni è sparito dalla casa del ministro.

Gli agenti della Polizia municipale di Calolziocorte guidati dal comandante Costanza Cremascoli hanno fatto accertamenti e notificato le prime sanzioni. L’assessore alla Sicurezza Luca Caremi conferma le sanzioni senza pronunciarsi sul destinatario o i destinatari, visto che ai numeri di telefono indicati non risponde direttamente il ministro.

5 x 1000

Resta da capire se a dover pagare ora saranno i collaboratori che si sono dati tanto da fare, tappezzando i muri del circondario di manifesti abusivi senza preoccuparsi delle necessarie autorizzazioni, o direttamente la proprietaria della cagnolina.