Napoli. Ucciso un ragazzo, ferito un altro: regolamento di conti?

Pubblicato il 26 Giugno 2012 0:00 | Ultimo aggiornamento: 26 Giugno 2012 0:31

NAPOLI – Ci potrebbe essere un regolamento di conti dietro la morte di Giuseppe Sannino, 21 anni, e il ferimento di Mario Noto, 23 anni, avvenuti la sera del 25 giugno a Napoli. Sannino è stato abbandonato davanti all’ospedale di Villa Betania, dove è morto poco. Le indagini sono in corso e Mario Noto è stato interrogato. La vittima abitava nella stessa strada dove risiede anche Noto.

I due, inoltre, sono stati entrambi trasportati all’ospedale Villa Betania di Napoli, a breve distanza l’uno dall’altro: Sannino, raggiunto da colpi d’arma da fuoco e gia’ privo di vita, Noto accoltellato in maniera non grave.

Secondo quanto accertato in un primo momento dai Carabinieri – i militari del nucleo operativo della Compagnia di Poggioreale e di Torre del Greco – potrebbero essere coinvolte altre persone. I militari escludono che sia un regolamento di conti riconducibili alla criminalita’ organizzata. Al momento propendono piuttosto per la pista privata.