Niccolò Bettarini e il risarcimento milionario: “Ci rinuncio se verranno condannati”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 gennaio 2019 17:09 | Ultimo aggiornamento: 9 gennaio 2019 17:09
Niccolò Bettarini rinuncerà al risarcimento in caso di condanna

Niccolò Bettarini e il risarcimento milionario: “Ci rinuncio se verranno condannati” (Foto Ansa)

MILANO – Un risarcimento da 1,5 milioni di euro, questa la richiesta dei legali di Niccolò Bettarini per l’aggressione avvenuta a Milano. Un risarcimento a cui Bettarini è disposto a rinunciare se gli imputati verranno condannati. Il legale Alessandra Calabrò ha spiegato: “Quello che conta è che venga riconosciuta la responsabilità degli imputati”. Niccolò ha poi parlato dell’aggressione, dicendo che la sua vita è “cambiata in meglio”.

Dopo aver chiesto il risarcimento milionario nell’udienza del processo col rito abbreviato a carico dei 4 presunti aggressori del figlio di Stefano Bettarini e Simona Ventura, il legale Calabrò ha spiegato: “Se ci riconosceranno il risarcimento che abbiamo chiesto, rinunceremo a prenderlo. Una richiesta che ero obbligata a fare in quanto parte civile e sulla cui entità ha pesato la gravità del reato. La famiglia non intende esercitare nemmeno un’azione in sede civile, qualora dovesse arrivare una sentenza di condanna. Quello che conta è  che venga riconosciuta la responsabilità degli imputati”.

Dal canto suo, Niccolò ha detto che l’esperienza lo ha profondamente cambiato e in meglio: “La mia vita, dopo l’aggressione, è cambiata in meglio. Quello che è successo mi ha fatto capire tante cose, anche se l’ho pagata. Ora sto bene e credo nella giustizia, sono nel momento in cui mi dico ‘fatto 30, facciamo 31’, nel senso che non bisogna cedere, ma andare avanti non perché questa cosa è successa a me, ma perchéqueste cose possono succedere a chiunque”. Il 18 gennaio è prevista la lettura della sentenza da parte del gup Guido Salvini.