No Tav, Filippi non risponde al gip. Manifestanti: “Liberatelo subito”

Pubblicato il 31 Gennaio 2012 14:39 | Ultimo aggiornamento: 31 Gennaio 2012 14:39

GENOVA – Si è avvalso della facoltà di non rispondere Gabriele Filippi, 28 anni, il giovane di Santa Margherita Ligure arrestato a Genova giovedì scorso con l’accusa di avere partecipato la scorsa estate in Valsusa agli scontri con le forze dell’ordine nell’ambito delle proteste no Tav.

Filippi, difeso dall’avvocato Laura Tartarini, è stato interrogato lunedì pomeriggio dal gip Massimo Cusatti, su delega della procura di Torino. Secondo gli investigatori apparterrebbe all’area anarchico-antagonista e sarebbe già noto alle forze di polizia. È accusato di lesione e resistenza a pubblico ufficiale aggravata.

Nella sua abitazione nel centro storico genovese la Digos ha sequestrato diverso materiale. I suoi amici più volte hanno sottolineato, invece, l’animo pacifista di Gabriele e tutto il movimento, anche nella manifestazione del 29 gennaio a Torino, ha messo l’accento sulla strumentalità degli arresti proprio a poche ore dal corteo pacifico avvenuto nel capoluogo ligure.

A Genova i sostenitori del movimento No Tav, il giorno stesso dell’arresto di Gabriele Filippi, avevano manifestato in piazza De Ferrari per chiedere l’immediata scarcerazione di tutti i fermati.