Omicidio a Bari: fermato un uomo ferito nell’agguato

Pubblicato il 12 Dicembre 2011 14:27 | Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre 2011 14:50

BARI – Un uomo di 34 anni, Nicola Lupello, che la sera del 14 novembre scorso era rimasto ferito nella zona industriale di Modugno in un agguato in cui fu ucciso il pregiudicato Francesco Campanella, di 48 anni, e’ stato arrestato oggi dai carabinieri con l’accusa di essere lui il responsabile dell’omicidio.

Lupello e’ stato bloccato dai militari, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Bari su richiesta della Direzione distrettuale antimafia, mentre veniva dimesso dall’ospedale in cui era ricoverato dalla sera dell’agguato.

Inizialmente si era pensato che anche lui fosse stato obiettivo dei sicari, ma in queste settimane di indagini la sua posizione e’ cambiata sino alla formulazione dell’accusa di omicidio volontario.

Campanella fu raggiunto da diversi colpi d’arma da fuoco davanti al porticato della sua abitazione nelle vicinanze di capannone adibito a officina meccanica. Nel corso dell’agguato Lupello fu ferito gravemente da vari colpi di pistola. Entrambi furono accompagnati in auto e abbandonati da sconosciuti all’ingresso dell’ospedale San Paolo di Bari. Ancora sconosciuti i motivi dell’agguato.