Omicidio Meredith, Amanda e Raffaele colpevoli: 26 e 25 anni

Pubblicato il 5 Dicembre 2009 0:12 | Ultimo aggiornamento: 5 Dicembre 2009 0:39

Amanda Knox e Raffaele Sollecito sono stati giudicati colpevoli dalla corte d’Assise di Perugia per l’Omicidio di Meredith Kercher. L’americana è stata condannata a 26 anni di carcere, Sollecito a a 25. L’accusa aveva richiesto l’ergastolo.

Diverse reazioni. Alla lettura della sentenza la “Amelie di Seattle” è scoppiata in lacrime, mentre Raffaele è rimasto impassibile.

La corte d’Assise di Perugia è entrata venerdì mattina in camera di consiglio e ne è uscita dopo mezzanotte affermando che stati loro ad aver ucciso, il 2 novembre di due anni fa, la studentessa inglese Meredith Kercher. Assieme a Rudy Guede, l’ivoriano che ha scelto il rito abbreviato e che è già stato condannato a 30 anni di carcere.

Amanda è stata condannata anche per il reato di calunnia nei confronti di Patrick Lumumba e dovrà risarcire il musicista congolese con 40 mila euro. Il risarcimento per la proprietaria della casa di via della Pergola è stato fissato in 25 mila euro. I due sono imputati stati condannati a pagare anche le spese processuali e sono stati riportati immediatamente in carcere dopo la sentenza.

Gli avvocati della difesa hanno già preannunciato che ricorreranno in appello.