Panorama: Fulvio Gambirasio, papà di Yara, conosceva Massimo Giuseppe Bossetti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Giugno 2014 - 18:38 OLTRE 6 MESI FA
Panorama: Fulvio Gambirasio, papà di Yara, conosceva Massimo Giuseppe Bossetti

Massimo Giuseppe Bossetti (Foto da Facebook)

BERGAMO –  Fulvio Gambirasio, il padre di Yara, e Massimo Giuseppe Bossetti, il presunto assassino della ragazzina, lavoravano nello stesso cantiere nei giorni in cui Yara scomparve all’uscita dalla palestra di Brembate Sopra (Bergamo): il primo con la sua ditta che realizza coperture per costruzioni, il secondo come muratore. Ne dà notizia il sito di Panorama, registrando le dichiarazioni che avrebbero fornito i colleghi che lavoravano con loro.

Una versione, questa, che contrasta con quanto riferito da Fulvio Gambirasio, che ha sostenuto di non aver conosciuto Bossetti, e con quanto dichiarato dallo stesso Bossetti durante gli interrogatori.

Ma, scrive Carmelo Abbate su Panorama, 

“i due si conoscevano, stando alle dichiarazioni fornite nelle scorse ore ai carabinieri dalle persone che in quei giorni lavoravano nello stesso cantiere. Tanto che nei giorni successivi alla sparizione della ragazza, Fulvio Gambirasio è tornato per un attimo al lavoro, sconvolto e scuro in faccia, e tra coloro che gli si sono avvicinati per una parola di conforto ci sarebbe stato anche Bossetti”.

Questa notizia potrebbe avvalorare l’ipotesi che Yara sia stata fermata e portata via da qualcuno che conosceva, magari con una scusa relativa proprio al padre.

Certo, sottolinea Abbate,

“questa ricostruzione, cozza con le parole della mamma e del papà di Yara riportate nei giorni scorsi dai maggiori quotidiani, secondo i quali, i genitori avrebbero detto agli inquirenti di non conoscere Bossetti: «Forse l’abbiamo visto in paese, da giovani», ma nulla di più. Al riguardo va segnalato l’intervento dell’ex questore di Bergamo, Vincenzo Ricciardi, ora in pensione ma protagonista nella prima fase dell’indagine, che a domanda se i genitori di Yara conoscessero Bossetti ha risposto: “La mamma sicuramente no”.”