Cronaca Italia

Passi col rosso? La multa ti arriva su segnalazione del vicino…

Passi col rosso? La multa ti arriva su segnalazione del vicino...

Passi col rosso? La multa ti arriva su segnalazione del vicino…

ROMA – La multa ti arriva a casa anche su segnalazione del vicino. Un automobilista di Passi col rosso? La multa ti arriva su segnalazione del vicino…il 5 febbraio ha ricevuto un verbale di multa da 175,88 euro e 6 punti in meno sulla patente per essere passato col rosso. Una multa scattata dalla segnalazione di un privato cittadino alla polizia municipale. Storia che ricalca quella delle segnalazioni via Twitter delle auto in doppia fila lanciata qualche mese fa ad Raffaele Clemente, nuovo comandante dei vigili di Roma.

Veronica Cursi scrive su Il Messaggero:

“Nel verbale di accertamento arrivato all’automobilista è spiegato infatti che «in seguito a dichiarazione rilasciata il 10 dicembre 2013, alle ore 9.35, presso la sede del III gruppo Nomentano dal signor X (il nome è oscurato per motivi di privacy), è emerso che in data 9 dicembre 2013, alle ore 15.15, in via Talli il conducente del veicolo suindicato (una Renault Megan) oltrepassava l’attraversamento pedonale, regolamentato da semaforo, benché l’impianto emettesse luce rossa»”.

Paolo Franzì, legale dell’automobilista multato, annuncia che presenterà ricorso:

“«Un’assurdità – sbotta l’avvocato – Qui viene contestato il passaggio con il rosso sulla base di una dichiarazione fatta da un privato cittadino. E non da un pubblico ufficiale. E’ facilmente immaginabile cosa potrebbe succedere se una simile prassi dovesse prendere piede. Basterebbe un piccolo sgarbo del vicino perché si venga multati»”.

Per Raffaele Clemente, comandante della polizia municipale di Roma, la vicenda non ha nulla di assurdo:

“«Non c’è nulla di incredibile. L’agente ha emesso il verbale in base all’art. 13 della legge 689/81 e dopo aver verificato le dichiarazioni del denunciante acquisendo anche testimonianze e prove documentali sul posto». L’articolo recita: gli organi addetti al controllo sull’osservanza delle disposizioni per la cui violazione è prevista la sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro possono, per l’accertamento delle violazioni di rispettiva competenza, assumere informazioni e procedere a ispezioni di cose e di luoghi diversi dalla privata dimora, a rilievi segnaletici, descrittivi e fotografici e ad ogni altra operazione tecnica”.

To Top