Perugia, picchia la moglie perché non può avere figli: 41enne indagato

L'uomo è stato sottoposto a divieto di avvicinamento alla moglie per maltrattamenti, violenza psicologica e minacce. Sembrerebbe che le violenze siano scattate perché la donna non può concepire figli.

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Settembre 2022 - 14:59 OLTRE 6 MESI FA
Perugia picchia moglie

Perugia, picchia la moglie perché non può avere figli: 41enne indagato (foto ANSA)

Insulti, minacce e aggressioni alla moglie, spesso sotto gli effetti dell’abuso di alcol, non accettando il mancato concepimento dei figli che la coppia desiderava. In base a questo quadro accusatorio un 41enne residente in provincia di Perugia è stato indagato per maltrattamenti in famiglia nell’ambito di un’indagine della polizia. Per lui il gip del capoluogo umbro ha disposto la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla donna.

L’ennesimo episodio e la denuncia alla Polizia

E’ stata la moglie a chiedere l’intervento a casa degli agenti per essere stata percossa dal quarantunenne in stato di ebbrezza. Per sfuggire all’aggressione – emerge dalla ricostruzione degli investigatori – si era rifugiata in camera ma solo l’intervento della polizia l’aveva fermato. Le indagini svolte dal personale di un commissariato della provincia hanno quindi messo in luce quello che sono considerate numerose vessazioni fisiche e psicologiche compiute nell’ultimo anno dall’indagato che avevano provocato alla moglie uno stato di “sofferenza e paura”. Di qui la misura cautelare.