Perugia. Brigitta Bulgari arrestata, nuda sul palco si fa toccare da minorenni

Pubblicato il 24 maggio 2010 13:43 | Ultimo aggiornamento: 24 maggio 2010 13:49

Brigitta Bulgari

La pornostar Brigitta Bulgari, 27 anni, è stata arrestata per uno spettacolo “vietato ai minori”. L’attrice hard si è infatti esibita, nello scorso febbraio, in una discoteca di Fossato di Vico (Perugia) davanti ad alcuni minorenni: nuda completamente si è toccata, inscenando un’esplicita masturbazione, e si è fatta toccare da ragazzi anche di 16 anni.

Brigitta  è ora rinchiusa nel carcere di Belluno, dopo l’esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare. L’attrice hard è accusata di pornografia minorile e atti osceni in luogo pubblico. Oltre a lei sono stati raggiunti da avviso di garanzia il titolare del locale, in cui si è tenuto lo spettacolo, e un promotore dell’evento.

Nei giorni successivi allo spettacolo i carabinieri della stazione di Fossato di Vico sono venuti a conoscenza, tramite alcuni cittadini, che l’attrice in aveva dato vita a un vero e proprio spettacolo hard. Documentato da filmini amatoriali (realizzati con il telefono cellulare), fotografie e commenti sulla serata – hanno riferito gli investigatori – scaricati da diversi utenti su “Facebook”.

Alcuni sono risultati lasciati da minori di 16 e 18 anni. I carabinieri hanno quindi avviato indagini mirate per chiarire cosa realmente fosse successo. I militari hanno quindi visionato foto e filmati dove – secondo l’accusa – si vedeva in maniera molto chiara che l’attrice Brigitta Bulgari oltre ad avere fatto uno spettacolo di nudo integrale, appoggiata su un divano, si masturbava pubblicamente.

Il personale dell’Arma ha inoltre accertato che, ad assistere allo spettacolo, erano stati molti minori, alcuni dei quali non ancora nemmeno sedicenni. Diversi di questi sono stati identificati fornendo – è stato riferito ancora dagli investigatori – i dettagli della serata e confermando quanto riportato nelle foto e nel filmino. Hanno comunque fornito ulteriori dettagli, sostenendo che l’attrice avesse permesso di farsi toccare per tutto il corpo, parti intime incluse, e fotografare con gli avventori (compresi i minori).

Dall’indagine dei carabinieri è quindi emerso che quello nel locale di Fossato di Vico era stato un vero e proprio spettacolo hard in assenza delle dovute autorizzazioni, senza il divieto di ingresso ai minori degli anni 18 e senza informare i clienti del particolare tipo di serata. Secondo i militari, inoltre, era stato consentito che i minorenni partecipassero attivamente allo spettacolo.