Porto Cesareo: arrestata donna che ha investito e ucciso Anna Innorta

Pubblicato il 20 Agosto 2011 - 17:33 OLTRE 6 MESI FA

PORTO CESAREO (LECCE) – E’ stata arrestata dai carabinieri la donna che la notte scorsa e’ piombata con la sua ‘Smart’, che guidava in stato di ebbrezza, su un gruppo di giovani, uccidendo una turista bolognese, Anna Innorta, di 23 anni, e ferendo un suo amico pugliese, Marino Cavalluzzi, di 20, ricoverato in ospedale a Lecce in prognosi riservata.

L’arrestata e’ una commessa ventiquattrenne di Salice Salentino (Lecce): si chiama Valentina Carrozzo ed e’ accusata di omicidio colposo, lesioni personali e omissione di soccorso.

L’alcoltest compiuto sulla donna ha riscontrato un tasso alcolemico di primo livello (il piu’ lieve) su una scala di tre. L’arresto e’ avvenuto al termine degli accertamenti compiuti dai militari su delega dal pm di Lecce Paola Guglielmi.    L’incidente e’ avvenuto sulla provinciale Porto Cesareo-Torre Lapillo che il gruppetto di amici stava attraversando dopo aver festeggiato il 23esimo compleanno della vittima. Si tratta di una strada a doppio senso di circolazione ed attraversarla di notte e’ assai pericoloso anche a causa di una scarsa illuminazione.

Dopo l’impatto, la donna che era alla guida della Smart, e che stava trascorrendo anche lei le vacanze a Torre Lapillo, non si e’ fermata ed e’ fuggita ma e’ stata rintracciata poco dopo dai carabinieri della stazione di Porto Cesareo e della compagnia di Campi Salentina ai quali ha detto di non aver visto i pedoni.