Rettore Lateranense: “Cattiva immagine della donna. Niente carriera, stia in famiglia”

Pubblicato il 11 Gennaio 2012 15:03 | Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio 2012 15:30

ROMA – ''Il sistema dei media orienta sempre piu' le relazioni familiari, rimodulandone i tempi, gli spazi e i ruoli, e determinando altresi' nuove sfide, alla luce dell'emergenza educativa attuale''.

Ne e' convinto il rettore della Pontificia universita' Lateranense, monsignor Enrico Dal Covolo, che, oggi, in occasione del convegno ''Quale famiglia per quale societa''', ha osservato come l'immagine della donna trasmessa dai media sia ''incompatibile con gli impegni reali della famiglia: una donna 'in carriera', 'aggressiva', che insegue disperatamente la propria realizzazione personale, a costo di ridurre drasticamente la sua presenza e il suo ruolo (insostituibile) nella famiglia''.

''Personalmente – ha aggiunto il rettore – sono convinto che la conversione della nostra societa' debba passare attraverso la conversione della donna: e' necessario e urgente che la donna abbandoni questa perniciosa immagine di se', fornita e alimentata da molti media''.

Secondo Dal Covolo, ''la famiglia oggi, nella percezione diffusa tra la gente, sembra essere nello stesso tempo tutto e niente. Di fatto, il modo di pensare e di vivere di molte zone del mondo, le zone cosiddette 'progredite', continua a ferire la natura e perfino il sacramento che trasmette la grazia di Dio alla famiglia cristiana''.