Roma, violentata una giovane turista americana: fermato un portiere d’albergo

Pubblicato il 16 Giugno 2010 9:28 | Ultimo aggiornamento: 16 Giugno 2010 13:25

poliziaUn portiere d’albergo di Roma è stato fermato perché accusato di aver violentato una giovane turista americana. La ragazza di 19 anni, in vacanza nella capitale, avrebbe detto di essere stata costretta dall’uomo ad avere un rapporto sessuale. Il portiere, di 54 anni, è stato sottoposto al fermo di polizia giudiziaria. La violenza è avvenuta in un hotel ai Parioli.

Quando la ragazza è andata a denunciare lo stupro, ha detto agli agenti: “Cercavo di reagire, ma mi mancavano le forze perchè ero ubriaca. Credo di aver anche urlato”. La ragazza è in gita a Roma con circa 60 compagni di un college del Nevada. Ha detto di essere stata violentata nella notte tra domenica 13 e lunedí 14 dal portiere di un albergo in zona Parioli.

La giovane, secondo quanto accertato dagli investigatori, era rientrata in hotel intorno alle 4 assieme ad alcune amiche dopo una serata trascorsa in alcuni pub del centro storico consumando parecchi alcolici. Giunte in albergo le ragazze si sono fermate alle postazioni internet e la vittima, ultima della fila, é rimasta da sola mentre le altre ragazze sono salite in camere.

Il portiere ha prima iniziato a palpeggiarla e poi si è offerto di riaccompagnarla in camera. La ragazza, ubriaca, non si è opposta ma l’uomo giunto davanti a uno stanzino l’ha violentata una prima volta e successivamente ha abusato di lei anche in un’altra camera dell’hotel prima di lasciarla davanti alla sua stanza. La giovane è crollata in un sonno profondo da cui si é svegliata solo il giorno dopo alle 16.

Quando ha realizzato l’accaduto è scoppiata in lacrime e ha iniziato a urlare raccontando tutto alle amiche e al responsabile della gita. Dopo la denuncia, la ragazza è stata accompagnata in ospedale, dov’è stata curata e seguita da uno psicologo. L’uomo é stato identificato poco dopo e raggiunto nella sua abitazione.