Sandro Contestabile muore a 18 anni schiacciato dal trattore a Celano (L’Aquila)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 novembre 2014 11:20 | Ultimo aggiornamento: 2 novembre 2014 11:20
Sandro Contestabile muore a 18 anni schiacciato dal trattore a Celano (L'Aquila)

Sandro Contestabile muore a 18 anni schiacciato dal trattore a Celano (L’Aquila)

CELANO (L’AQUILA) – Morire a 18 anni mentre si sta lavorando i campi insieme al proprio padre: è quel che è accaduto a Sandro Contestabile, ragazzo di 18 anni di Celano (L’Aquila). 

Sabato mattina, primo novembre, stava lavorando nei campi di proprietà della famiglia a Mazzarre quando una fresa agricola che si è staccata dal trattore lo ha schiacciato. 

Scrive Magda Tirabassi sul Centro

 

“Il primo ad allertare i soccorsi è stato proprio il padre che ha tentato di fare di tutto per salvare il figlio. Sul posto sono subito giunti i vigili del fuoco del distaccamento di Avezzano e i sanitari del 118, arrivati con l’elisoccorso dall’Aquila. Il personale del pronto soccorso di Avezzano era già in allerta e in attesa dell’arrivo del giovane, ma Contestabile è stato trasportato direttamente all’ospedale San Salvatore dell’Aquila”.

In ospedale, però, ogni tentativo di salvare il ragazzo è stato vano.

“L’area è stata poi sottoposta a sequestro. Contestabile era molto conosciuto non solo a Celano, ma in tutta la Marsica. Era infatti un piccolo campione di taekwondo e aveva partecipato a tante gare, anche regionali. L’anno scorso aveva frequentato per qualche mese l’istituto professionale agrario “Serpieri” di Avezzano.

Poi aveva deciso di ritirarsi per dedicarsi al lavoro dei campi.

Ieri mattina la notizia della morte del giovane è arrivata nella sua ex scuola mentre erano in corso i consigli di classe. I professori sconvolti, hanno dedicato al loro ex alunno qualche minuto di raccoglimento, ricordandolo come una persona buona, sempre con il sorriso sulle labbra e molto educata.

Contestabile fa parte di una famiglia molto conosciuta e stimata a Celano. Il padre Sante è un camionista della Hydro aluminium colors, mentre la mamma Simonetta Palmerone fa parte di una grande azienda agricola del posto. Lascia una sorellina piccola. La zia del giovane scomparso, Loredana Contestabile, è la proprietaria del Baretto di “Dietro castello”, ritrovo di tutti i giovani della città. I funerali oggi o domani al massimo”.