Santa Caterina (Modena): Carlo Ghidoni uccide Amos Bartolino e poi si toglie la vita

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Luglio 2014 17:12 | Ultimo aggiornamento: 13 Luglio 2014 17:18
(foto d'archivio)

(foto d’archivio)

MODENA – Spara all’amico e poi si uccide. Carlo Ghidoni, elettricista originario di Carpi che viveva negli ultimi tempi in una porzione della casa in corso di ristrutturazione a Santa Caterina di Concordia, ha ucciso il proprietario dell’immobile Amos Bartolino, primario di Oculistica dell’Ausl di Reggio Emilia che ha sede a Correggio e poi si è suicidato.

L’omicidio suicidio è avvenuto questa mattina, domenica 13 luglio, a Santa Caterina di Concordia in un cantiere in via Delle Chiaviche.

Al momento della tragedia era presente una terza persona, un artigiano, che avrebbe riferito di essere poi fuggito. Il testimone, originario della zona, è tutt’ora sentito dai carabinieri.     Non è chiaro il movente che possa aver spinto Ghidoni a sparare e poi a rivolgere l’arma verso se stesso. Risulta che conoscesse molto bene l’oculista.