Sarah, “omicidio domestico” per l’avvocato degli Scazzi

Pubblicato il 24 Ottobre 2011 15:20 | Ultimo aggiornamento: 24 Ottobre 2011 15:32

TARANTO, 24 OTT – ''Abbiamo ribadito con forza che quello di Sarah e' un omicidio domestico, dove la famiglia e' il grembo del crimine''. Lo ha dichiarato uno dei legali della famiglia Scazzi, l'avvocato Nicodemo Gentile al termine dell'arringa tenuta in udienza preliminare per la parte civile.

''Esiste infatti – ha spiegato – un patrimonio di informazioni, testimonianze e dati scientifici, di intercettazioni che ci dicono che purtroppo Sarah e' entrata viva in quella casa e ne e' uscita morta. Le persone coinvolte non dicono la verita', continuano a fare dichiarazioni spontanee che non chiariscono la loro posizione''.

Per Gentile, Sarah e' stata vittima di una ''tragedia famigliare gravissima'' e pertanto ''merita giustizia''. Ribadendo la convinzione che Sarah sia stata uccisa in casa, il legale della famiglia Scazzi ha sostenuto che l'ipotesi dell'omicidio in garage ''e' smentita da una pluralita' di circostanze, ma soprattutto dal fatto che Sarah doveva andare al mare e non aveva senso entrare nel garage''. Gentile ha inoltre ribadito la convinzione che il corpo di Sarah sia stato trasportato dall'abitazione dei Misseri al garage sottostante attraverso una porta interna.