Sarah Scazzi, la cugina Valentina: “Riceviamo minacce telefoniche”

Pubblicato il 8 Ottobre 2010 22:06 | Ultimo aggiornamento: 8 Ottobre 2010 22:24

”Abbiamo ricevuto diverse telefonate anonime che ci accusano di avere ammazzato un angelo, ci hanno anche lanciato dalla strada un bastone in casa. Chiamano al telefono e continuano a parlare al plurale ma noi non c’entriamo niente”. Lo ha detto in un’intervista a Telerama, Valentina, una delle due figlie di Michele Misseri, l’uomo che ha confessato di avere ucciso Sarah Scazzi.

Valentina ha detto di avere paura delle gente e della ostilità nei confronti della sua famiglia e per questa ragione non va a trovare la zia Concetta, madre di Sarah: ”L’abbiamo chiamata al telefono e mia zia non ce l’ha con noi e per noi questo è importante”.

La ragazza ha poi aggiunto: ”Siamo noi i più choccati d’Italia”. Valentina ha poi assicurato che andrà ai funerali per salutare la cugina Sarah ”che per me è una sorella minore”. La figlia del killer andrà anche nella camera ardente.

Infine, Valentina è durissima col padre: ”Non può essere vigliacco anche in questo momento e togliersi la vita deve scontare la pena, deve pagare e ora deve riflettere su quello che ha fatto”. Poi ha assicurato che non andrà a trovarlo in carcere: ”Mia madre non lo farà nè ora nè dopo Sabrina forse ci andrà, ma io non lo perdonero’ mai”.