Sarah Scazzi. Lo zio: “Quando è sparita ero a casa”

Pubblicato il 29 Settembre 2010 21:51 | Ultimo aggiornamento: 30 Settembre 2010 1:06

Si sente quasi in colpa per aver ritrovato il cellulare di Sarah Scazzi lo zio della quindicenne scomparsa, Michele Misseri. L’uomo pensa che da oggi molti in paese si chiederanno come mai sia stato proprio lui a trovare, parzialmente bruciato, senza batteria e senza scheda sim, il cellulare della nipote.

Sarah passava intere giornate nella sua abitazione, in via Grazia Deledda, assieme alla cugina-amica Sabrina, figlia di Michele. ”Era per me una terza figlia e mi manca”, dice Michele Misseri durante la trasmissione ‘Chi l’ha visto?’ in onda su Raitre. Lo zio di Sara spiega anche che il giorno della scomparsa delle nipote era a casa quando venne chiamato dalla figlia Sabrina che gli chiedeva se avesse visto arrivare Sara.

”Io risposti di no”. E aggiunge che, quando Sabrina gli rivolse quella domanda, lui era in cantina perché il trattore col quale doveva andare in campagna non partiva. ”Stavo per prendere l’auto quando Sabrina mi chiese di Sara. Subito dopo andai con mio cognato a raccogliere i fagiolini”.