Schifani: indegni gli attacchi al Pontefice, brutta la campagna elettorale

Pubblicato il 26 Marzo 2010 12:23 | Ultimo aggiornamento: 26 Marzo 2010 12:23

«Gli attacchi al Pontefice di questi giorni sono inaccettabili e indegni»: lo ha detto a Monfalcone (Gorizia) il Presidente del Senato, Renato Schifani a margine della cerimonia della consegna della nave “Azura”. «Lanciare attacchi contro la figura del Santo Padre è un fatto senza precedenti», ha proseguito Schifani. «Il Santo Padre – ha continuato – ha adottato recentemente delle misure decisive contro la pedofilia. Ha assunto delle posizioni rigorosissime, che vanno rispettate ed apprezzate. Ecco perché non capisco e non capiamo – ha detto Schifani – il motivo di questi attacchi, che potevano rimanere nell’ambito dei Paesi dai quali sono venuti».

Parlando invece della competizione elettorale  per le regionali giunta oggi alla sua fase conclusiva, Schifani ha detto di non essere «assolutamente preoccupato dalla competizione con la Lega Nord». «La competizione nella democrazia è libera» ha aggiunto  e quindi «Viva la competizione, purché sia serena ed espressa in piena libertà».

Negativo invece il parere del Presidente del Senato sulla “qualità” della campagna elettorale.  «E’ stata – ha affermato – una brutta campagna elettorale». In realtà, ha affermato,  «non c’é stata una vera campagna elettorale sui programmi, sui progetti, sulle candidature. Ci sono stati troppi veleni – ha aggiunto – e troppe tensioni, che hanno allontanato e rischiano di allontanare gli elettori dal voto. Questo fatto-ha concluso – è da scongiurare in tutti i sensi. La democrazia si regge sul consenso degli elettori. Guai se questo dovesse mancare. Avremmo una democrazia debole».