Scuola, raccolta firme per cancellare alcune riforme Gelmini

Pubblicato il 22 Febbraio 2012 16:59 | Ultimo aggiornamento: 22 Febbraio 2012 17:08

ROMA, 22 FEB – Cancellare alcune riforme targate Gelmini. E' l'obiettivo della raccolta di firme avviata dalla Rete degli studenti. ''Vogliamo chiedere con forza al nuovo ministro Profumo di far uscire dalle nostre scuole quattro provvedimenti che erano stati voluti e realizzati dal suo predecessore, ma che crediamo abbiano solo effetti negativi per gli studenti e per le scuole'' spiegano, in una nota, gli studenti che da oggi lanciano la campagna 'Mai piu' nelle nostre scuole', che in questi mesi sara' portata avanti in tutta Italia con raccolte di firme e ricorsi.

Tra le norme che i ragazzi vorrebbero far sparire c'e' la bocciatura per il limite di assenze. ''Crediamo che questo provvedimento non abbia lo scopo di far passare piu' tempo possibile a scuola agli studenti, di porre particolare attenzione alle situazioni difficili di emarginazione sociale o di difficolta' famigliare, ma anzi – spiegano – che sia tutto il contrario''. Sotto tiro anche il voto di condotta – ''utilizzato in questi anni per reprimere chi ha manifestato la propria opinione nelle piazze'' – e la sufficienza in ogni materia per accedere all'Esame di Stato. ''E' ingiusto bocciare gli studenti che hanno una media complessiva idonea per l'ottenimento del diploma a causa – osserva la Rete – di un risultato carente in una singola materia''. Gli studenti, infine, dicono no ''al tetto del 30% di studenti migranti per classe, un provvedimento che giudicano ''xenofobo e razzista''. ''Siamo convinti che per ricostruire una scuola di qualita' si debba prima di tutto – conclude la Rete – cancellare il disastro che il ministro Gelmini e il suo governo hanno causato alla scuola pubblica''.