Strage del sabato sera: almeno 10 vittime sulle strade, molte giovani

Pubblicato il 14 marzo 2010 12:20 | Ultimo aggiornamento: 14 marzo 2010 12:20

Ennesimo sabato di lutto sulle strade italiane. Due giovani, di 26 e 27 anni sono morti all’alba di domenica in un incidente stradale in Valsusa. Viaggiavano a bordo di un’auto che, a San Giorio di Susa lungo la ex Statale 24, è uscita di strada e si è schiantata contro un albero. I due giovani sono morti sul colpo. Secondo una prima ricostruzione delle forze dell’ordine, le vittime – Giuliano Murdaca, di 26 anni, e Filippo Ferrante di 27 – tornavano a casa dopo aver trascorso la serata con gli amici in un locale del torinese. Entrambi residenti a Oulx, viaggiavano a bordo di una Seat Leon in direzione di Susa. Lo schianto intorno alle 4.30. Immediati i soccorsi, ma per i due giovani non c’è stato nulla da fare.

Un altro incidente stradale mortale è avvenuto nella notte a Cosenza, sulla Ss 107, all’altezza di viale dei Giardini. Un giovane, meno che trentenne, a bordo di una Golf è morto nell’impatto. L’altra auto, una Mitsubishi, era guidata da un uomo che è rimasto ferito. Ancora da definire la dinamica. La Golf su cui viaggiava la vittima è rimasta nella sua corsia, probabilmente invasa per cause in corso di accertamento dall’altro mezzo con cui si è scontrata frontalmente.

Due persone sono morte e una terza è rimasta ferita in modo grave invece nello spezzino in un incidente stradale causato da un’auto che ha imboccato contromano la bretella autostradale che collega Santo Stefano Magra alla Spezia, tra la A12 e la A15. Un’automobile ha imboccato contromano il rettilineo che conduce al viadotto sopra il fiume Magra e dopo poche centinaia di metri si è scontrata frontalmente con una vettura che viaggiava nella direzione giusta. Sono morti due uomini di 20 e di 30 anni, uno di nazionalità dominicana, l’altro albanese. Un secondo albanese è rimasto ferito.

Altre quattro persone sono morte in due diversi incidenti stradali nel Vicentino, a tre ore di distanza l’uno dall’altro. Il più grave è avvenuto poco prima di mezzanotte a San Nazario, sulla statale 47 Valsugana. In uno scontro frontale tra due vetture sono morte tre persone e altre due sono rimaste gravemente ferite. Le tre vittime, pare albanesi, viaggiavano tutte sulla stessa auto, un’Opel Vectra che, secondo un primo accertamento della Polstrada di Bassano del Grappa, avrebbe invaso la corsia opposta mentre sopraggiungeva un fuoristrada Mercedes sul quale si trovavano quattro persone. L’impatto è stato violentissimo: l’Opel si è spezzata in tre parti.

5 x 1000

I tre albanesi sono morti all’istante; ricoverati in ospedale invece gli altri quattro passeggeri, di cui due sono in gravi condizioni di salute. Il secondo incidente è avvenuto invece qualche ora più tardi sulla tangenziale sud di Vicenza. Un giovane è morto dopo aver perso il controllo della vettura che è uscita di strada.

E sempre giovane è la vittima dell’incidente nella zona di Pavia, sulla A7 questa mattina alle 5.10. Un’auto con cinque ragazzi a bordo si è schiantata contro un guard rail. La vittima, un ragazzo di 23 anni, è deceduto sul colpo. Una ragazza ungherese di 19 anni è al momento ricoverata a Pavia in prognosi riservata. Gli altri tre ragazzi, due due donne e un uomo, sono ricoverati con ferite lievi.