Torino. Iva evasa per quasi 10 mln di euro

Pubblicato il 23 Marzo 2012 21:08 | Ultimo aggiornamento: 23 Marzo 2012 21:09

TORINO – Iva evasa per 9.508.000 euro: e’ quanto hanno scoperto i funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Torino, a seguito di un attento monitoraggio nei confronti di una ditta attiva nel settore del commercio di rottami metallici, accertando un’evasione per emissione di fatture per operazioni inesistenti e un’ulteriore evasione conseguente ad acquisti intracomunitari effettuati negli anni 2006, 2007 e 2008.

La frode, in quest’ultimo caso, si realizzava attraverso il rapporto tra due societa’ il cui legale rappresentante e’ risultato essere la stessa persona. Questi, tramite una delle due suddette societa’, acquistava partite di metalli ferrosi da una societa’ terza spagnola e successivamente, con emissione di fatture attive, rivendeva la stessa merce alla sua seconda societa’ la quale, infine, rivendeva di nuovo sempre la stessa merce alla societa’ iberica. L’IVA evasa ammonta a 9.508.000 euro e le sanzioni amministrative applicabili vanno da un minimo di 9.508.000 euro ad un massimo di 9.954.523 euro. Il rappresentante legale e’ stato denunciato all’autorita’ giudiziaria.