Veronica Panarello depressa: punta a sconto di pena?

di redazione Blitz
Pubblicato il 10 Dicembre 2015 13:15 | Ultimo aggiornamento: 10 Dicembre 2015 13:16
Veronica Panarello depressa: punta a sconto di pena?

Veronica Panarello depressa: punta a sconto di pena?

RAGUSA – Dal carcere all’ospedale psichiatrico. Veronica Panarello è davvero depressa o la sua è una mossa difensiva per avvalorare la tesi della seminfermità mentale?

La Panarello, accusata dell’omicidio del figlio Loris, è passata dal carcere di Agrigento di Barcellona Pozzo di Gotto (Me) ad un ex ospedale psichiatrico giudiziario (Opg) che ha una sezione femminile per l’osservazione di detenute con disagi. La decisione è stata adottata dall’amministrazione penitenziaria per metterla sotto osservazione per problemi di depressione evidenziati in carcere. Che significato potrebbe avere questa mossa? Ecco cosa spiega il sito Cronaca&Dossier:

 

Sul piatto vi sono tre ipotesi, tutte valide a nostro giudizio. La prima è che possa trattarsi di una manovra strategica, appunto, suggerita a Veronica Panarello in vista del processo (il rinvio a giudizio era scontato anche prima della pronuncia del Gup), dunque preparata per avvalorare suoi possibili problemi psichici e ottenere ciò a cui l’avvocato Villardita presumibilmente mira, ovvero ottenere uno sconto di pena sulla base di una perizia positiva. Quest’ultima, associata al rinvio a giudizio, andrebbero a determinare un forte sconto di pena per Veronica Panarello. D’altra parte, tali scelte difensive ben si legherebbero con la decisione della donna di “confessare” l’occultamento di cadavere, salvo però cadere in contraddizione con vari elementi medico-legali che abbiamo indicato in precedenti articoli. La seconda ipotesi è che invece il trasferimento possa essere finalizzato a rincarare la dose accusatoria contro la Panarello, dunque al fine di indebolirne la figura e sostenere che possa avere commesso il delitto pur tuttavia non ricordandolo basando la tesi, appunto, su una forte depressione. Oppure, ipotesi più banale, davvero la Panarello inizia a soffrire il periodo di detenzione e pertanto si è resa necessaria la misura presa dall’amministrazione carceraria. Tuttavia, a chi gioverà il ricovero di Veronica Panarello? Nelle più pragmatiche delle ipotesi forse gioverà a tutte le parti in un “gioco processuale” che potrebbe portare alla condanna di Veronica Panarello ma in misura lieve, determinata proprio da problemi psichici di cui soffrirebbe.