Bimba muore dimenticata in auto. Genitori: “Pensavamo fosse coi fratelli”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Giugno 2015 10:49 | Ultimo aggiornamento: 1 Giugno 2015 15:10
Vicenza. Bimba dimenticata in auto: morta dopo tre ore chiusa e al sole

Vicenza. Bimba dimenticata in auto: morta dopo tre ore chiusa e al sole

VICENZA –  Dimenticata in auto sotto il sole per tre ore. Una bimba di 1 anno e mezzo è morta il 31 maggio a Vicenza dopo ore di agonia. I genitori sconsolati ripetono: “Pensavamo che si occupassero di lei i fratelli più grandi”. I fratelli a loro volta spiegano: “Pensavamo che fosse con i nostri genitori”. Un equivoco dall’epilogo tragico che non dà pace alla famiglia distrutta.

La piccola potrebbe essere deceduta per un colpo di calore o per asfissia, ma a stabilire le cause sarà l’autopsia. La bimba è la quinta figlia di una coppia di ivoriani, cittadini regolari che sono in Italia da 24 anni. I genitori della bambina ora sono indagati per omicidio colposo, ma la morte potrebbe essere una tragedia basata sull’incomprensione. Alle autorità i genitori hanno spiegati di aver capito che ad accudirla sarebbero stati i fratelli più grandi, mentre i fratelli pensavano che la piccola fosse con i genitori, scrive il Giornale di Vicenza:

“Una morte orribile, intrappolata nell’auto di famiglia. Gioia aveva 17 mesi e 5 fratelli. La bimba è spirata ieri pomeriggio in zona Borgo Berga a Vicenza, perché dimenticata in macchina dai famigliari. Era figlia di una coppia di cittadini italiani di origine ivoriana, perfettamente integrata. Per capire le cause della tragedia, ipertermia o asfissia, sarà necessaria l’autopsia che è già stata ordinata dal magistrato di turno. È stata avviata un’inchiesta per omicidio colposo per appurare se ci sono responsabilità. La disgrazia sarebbe avvenuta perché i genitori erano convinti che ad occuparsi di Gioia fossero stati i figli più grandi, e viceversa. Alle 17.30 è stato dato l’allarme, inutilmente”.