Victor Gomez: “Ho bevuto 20 birre, li ho sgozzati. Mio figlio nell’altra stanza”

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 marzo 2014 12:52 | Ultimo aggiornamento: 5 marzo 2014 12:53
Il palazzo dove è avvenuto il delitto (Foto Ansa)

Il palazzo dove è avvenuto il delitto (Foto Ansa)

MILANO – Victor Hugo Menjivar Gomez aveva bevuto più di 20 birre prima di uccidere sgozzandoli la dominicana Libanny Meja e suo figlio Leandro di 3 anni e mezzo. Lo ha raccontato lui stesso dopo la confessione arrivata al termine di un interrogatorio di sei ore, dalle 22 alle 4. E’ crollato confessando di aver “perso la testa” perché Libanny lo aveva rifiutato, non voleva fare sesso con lui.

Si è risolto dopo poche ore il duplice omicidio del Giambellino, zona popolare di Milano. Victor era un amico di famiglia, Libanny, giovane mamma, si fidava di lui. I rispettivi figli erano amici, giocavano insieme nella stanza accanto quando Victor, ormai ubriaco, ha tentato un approccio con la ragazza.

All’ennesimo no, ha preso un coltello. Lei ha capito come poteva finire e in un ultimo, disperato tentativo di salvarsi, si è offerta a lui. Si è spogliata. Per questo l’hanno trovata sgozzata e nuda. Leandro è stato ammazzato subito dopo perché era un testimone scomodo, aveva visto l’uomo uccidere la sua mamma. E’ stato sgozzato anche lui, aveva ancora il pigiama addosso.